Skip to main content
Reform Support

Competitività

Investimenti esteri e commercio estero

Gli investimenti esteri e gli scambi di beni e servizi, sia all'interno dell'UE che con i paesi terzi, sono un fattore chiave per la prosperità. Mentre l'UE è il leader mondiale in materia di commercio, alcuni Stati membri sono in ritardo nell'integrazione commerciale e nell'attrarre investimenti esteri diretti. Gli Stati membri possono intervenire per trarre ulteriori benefici dal mercato unico e dalle catene del valore internazionali al fine di sostenere la ripresa economica e stimolare l'occupazione e la crescita.

Esempi di sostegno

  • Progettare sportelli unici digitali per gli operatori commerciali che interagiscono con le autorità.
  • Sviluppare strategie di internazionalizzazione per le regioni in ritardo di sviluppo al fine di trarre vantaggio dalla globalizzazione.
  • Analizzare il contesto normativo degli Stati membri, individuare gli ostacoli e i fattori trainanti degli investimenti esteri diretti e del commercio estero e rafforzare la capacità amministrativa di attrarre investimenti e stimolare gli scambi.
  • Elaborare un piano d'azione per l'introduzione dell'intelligenza artificiale per gli investimenti e le agenzie commerciali.

Migliorare la regolamentazione, le licenze e le ispezioni

La burocrazia e le procedure dispendiose in termini di tempo rendono l'attività imprenditoriale costosa e incerta. Legiferare meglio significa concepire e valutare in modo trasparente le politiche e la legislazione nazionali, tenendo conto dei punti di vista dei cittadini, delle imprese e di altre parti interessate. L'obiettivo è ridurre la burocrazia per le imprese, anche attraverso la semplificazione della loro legislazione in materia di autorizzazione degli investimenti e l'introduzione di meccanismi di ispezione razionalizzati e basati sul rischio.

Esempi di sostegno

  • Rivedere, semplificare e razionalizzare la legislazione e i meccanismi normativi.
  • Sostenere la creazione di un contesto normativo per modelli imprenditoriali complessi e innovativi.
  • Sviluppare le capacità delle autorità.
  • Elaborare un piano d'azione con una tabella di marcia delle misure.
  • Proporre modifiche istituzionali e nuove strutture di governance.

La Commissione ha sostenuto gli sforzi del Portogallo volti a migliorare il modo in cui la legislazione viene preparata rafforzando il suo sistema di valutazione dell'impatto normativo. Una migliore valutazione dell'impatto delle nuove leggi dovrebbe migliorare il clima imprenditoriale e stimolare gli investimenti.

Piccole e medie imprese e altri settori

Per una ripresa sostenibile è importante riprendere l'attività economica in tutti i settori economici. Le piccole e medie imprese (PMI) svolgono un ruolo centrale nel tessuto economico dell'Unione europea, offrendo due posti di lavoro su tre. Nel 2020 la Commissione europea ha adottato una strategia specifica per le PMI, che mira a ridurre la burocrazia e ad aiutare le PMI a svolgere attività commerciali in tutto il mercato unico e oltre. Politiche su misura in settori economici chiave come il turismo offriranno agli Stati membri opportunità per la creazione di posti di lavoro e lo sviluppo regionale.

Esempi di sostegno

  • Sviluppare le PMI e le strategie regionali di crescita.
  • Migliorare le norme di gestione nelle PMI.
  • Concepire meccanismi e strumenti di finanziamento per sviluppare un ecosistema per le start-up e la digitalizzazione delle PMI.
  • Preparare un piano d'azione a sostegno delle industrie creative.
  • Promuovere una migliore gestione delle destinazioni turistiche.

Politica della concorrenza e tutela dei consumatori

In un'economia più globalizzata e digitalizzata, in cui un gran numero di transazioni avviene online o attraverso algoritmi di tariffazione, le autorità garanti della concorrenza e della tutela dei consumatori trovano difficile svolgere i loro compiti con mezzi tradizionali. In risposta, gli Stati membri dell'UE stanno cercando programmi mirati di sviluppo delle capacità sulle tecniche più avanzate in materia di vigilanza del mercato, pratiche investigative, valutazione ex post e valutazione d'impatto. Inoltre, cercano di intensificare gli sforzi per monitorare efficacemente la concessione degli aiuti di Stato e valutarne l'impatto sulla produttività, la concorrenza e l'economia.

Esempi di sostegno

  • Migliorare il sistema di individuazione delle infrazioni in materia di concorrenza.
  • Utilizzare efficacemente gli strumenti informatici nelle indagini in materia di concorrenza.
  • Valutare le decisioni in materia di concorrenza e protezione dei consumatori e formulare raccomandazioni.
  • Effettuare una valutazione d'impatto dei regimi di aiuti di Stato.
  • Migliorare le funzionalità dei registri degli aiuti di Stato.

Economia digitale, ricerca e innovazione

Le tecnologie digitali hanno un profondo impatto sul nostro modo di vivere e di fare impresa. Gli Stati membri devono avere la capacità di cogliere i benefici della nostra società sempre più digitalizzata e di far fronte alle sfide che comporta. Stanno cercando di elaborare politiche e di applicare soluzioni innovative per dare alle imprese la fiducia, le competenze e i mezzi per digitalizzarsi e crescere. Una strategia sistematica e lungimirante in materia di ricerca e innovazione è fondamentale per un'economia più produttiva e verde.

Esempi di sostegno

  • Sostenere l'ecosistema dell'innovazione a livello nazionale e regionale, compresa la specializzazione intelligente.
  • Progettare strumenti per il trasferimento di tecnologie, la commercializzazione della ricerca e dello sviluppo e una migliore integrazione nelle catene del valore.
  • Sostenere la trasformazione digitale delle imprese e sviluppare strumenti digitali e piattaforme di servizi per le imprese.
  • Fornire consulenza sul miglioramento dell'infrastruttura digitale, compreso lo sviluppo di reti ad altissima capacità.
  • Proporre soluzioni tecniche e trasferire competenze per attuare la modellizzazione delle informazioni edilizie nella pianificazione delle infrastrutture pubbliche e negli appalti.
  • Elaborare una strategia industriale, un piano d'azione per la sua attuazione e un modello di governance per il suo monitoraggio.

Gestione degli investimenti, partenariati pubblico-privato e imprese statali

Gli investimenti nell'Unione europea rimangono al di sotto dei livelli precedenti alla crisi finanziaria, e sono stati ulteriormente indeboliti dalla pandemia di COVID-19. Il dispositivo per la ripresa e la resilienza offre un sostegno finanziario su vasta scala agli investimenti e alle riforme. Per poterlo sfruttare appieno e promuovere la produttività, le finanze pubbliche e la crescita, gli Stati membri stanno cercando modi per migliorare la pianificazione strategica e la gestione delle risorse e dei beni pubblici. Ciò comprende il rafforzamento della concezione e dell'attuazione di solidi progetti di investimento pubblico e di partenariati pubblico-privato (PPP) al fine di garantire un impiego ottimale delle risorse, nonché di migliorare la governance delle imprese statali per aumentare l'efficienza, migliorare il funzionamento dei mercati e migliorare i servizi pubblici.

Esempi di sostegno

  • Rafforzare la capacità delle autorità nazionali di selezionare e gestire i progetti di investimento pubblico.
  • Sostenere la riforma dei quadri nazionali PPP e delle concessioni e migliorare il modello politico in materia di PPP.
  • Migliorare la capacità delle autorità di elaborare e gestire progetti PPP.
  • Modernizzare il quadro sulla governance delle imprese statali in linea con le buone pratiche internazionali.

Recapiti

Capo dell'unità Crescita e contesto imprenditoriale

KASPAR RICHTER

Principale punto di contatto per richiedere lo strumento di sostegno tecnico

REFORM-TSI@ec.europa.eu

Ulteriori dettagli sulle attività relative alla crescita e al contesto imprenditoriale

REFORM-03@ec.europa.eu

Per saperne di più